Agriturismo Le Talisie


Vai ai contenuti

Menu principale:


Storia


In Calabria, nel Comune di Rocca Imperiale, ai confini con la Lucania, sorge l’Agriturismo Le Talisie. Adagiato in una verde vallata e circondato da campi di grano e ulivi, nel territorio dell’Antica Magna Grecia, Le Talisie nascono da una masseria degli anni ‘50, acquistata dagli attuali proprietari negli anni ’80 e ristrutturata nel 2000.



L’IDEA:


Prima che un agriturismo, gli attuali proprietari hanno voluto che Le Talisie fossero
un
Concetto:
creare non una
struttura, ma una grande casa ospitale. Tutto, dagli oggetti all’arredamento, dalla disposizione delle cose, all’informalità dell’ospitalità, dall’intimità dei luoghi chiusi alla spazialità delle grandi verande, avrebbe dovuto evocare il senso della casa. La casa che ognuno avrebbe voluto e appartenente a chiunque vi avesse dimorato con amore;
un
Luogo:
in cui fosse protagonista la natura con il suo incanto, con i suoi molteplici
cori. Un luogo parlante per chi sa ascoltare; in cui perdersi per ritrovarsi, immersi nella pace e nella tranquillità di paesaggi assolati al canto delle cicale;
un
Senso:
quello per cui si fa ritorno a
Le Talisie; quello che gli stessi proprietari hanno subito, non riuscendo più ad andar via e decidendo di porvi dimora: “Ciò che abbiamo scoperto qui, è la sorpresa di meravigliarci ancora, di commuoverci di fronte al senso di armonia così perfettamente espresso dalla natura”.



LA STRUTTURA:


La sala ristorante è stata ricavata in quella che originariamente era una stalla; quella che era la casa colonica principale, ovvero l’abitazione del “padrone”, accoglie oggi le stanze degli ospiti. Il vecchio magazzino è attualmente il laboratorio utilizzato per la preparazione di conserve e provviste; mentre i due corpi bassi ad un solo piano erano ovili e porcilaie, oggi adibiti rispettivamente a una piccola suite e a una saletta. Tracce originarie degli allevamenti sono tuttora visibili in antiche vasche scavate nella pietra, utilizzate come fioriere. I due ampi porticati in legno sono invece un’aggiunta successiva, per godere, all’ombra, lunghe ore di relax o colazioni e pranzi all’aperto. Un nuovo corpo di fabbrica è in costruzione per integrare il numero delle stanze che arriveranno complessivamente a dieci.




IL NOME:

Le Talisie, nell’antica Grecia, significava festa del grano e stava a indicare un ciclo di feste che si celebravano in autunno per ringraziare Demetra e Dioniso dei raccolti. In realtà il nome è anche il titolo di un componimento bucolico scritto dal poeta siracusano Teocrito (IV e III sec. A C), considerato l’iniziatore del genere.
L’idea di farne il nome dell’agriturismo è stata suggerita da una sorta di analogia tra il significato del termine greco e il riferimento assunto dal luogo quando era ancora una vecchia masseria. Appena acquistata, infatti, gli attuali proprietari incrementarono la coltura a grano dei terreni circostanti, creando tutt’intorno alla casa vaste distese gialle. Nel periodo di giugno/luglio, ovvero il periodo della trebbiatura, tutta la famiglia vi si recava per festeggiare il raccolto con i trebbiatori e gli operai. Si imbandiva una lunga tavolata e si preparava un pranzo abbondante, per dar ristoro ai contadini prima che procedessero nei lavori di mietitura. Questa usanza ormai consolidata nella famiglia è stata poi fonte di ispirazione.



Sito ottimizzato per I.E. risoluzione 1024x768 - by ellepi | info@letalisie.it

Torna ai contenuti | Torna al menu